Detalle de hervidos o burbujas de disolvente en pintura

Tra i vari difetti che possono presentarsi durante il processo di riverniciatura di una superficie, ci sono le puntinature, note anche come bollicine da essiccazione.

Si utilizza un nome così comune per definire questo difetto perché le bollicine che si formano sulla superficie del pezzo verniciato sono molto simili alle bollicine che si formano quando un liquido bolle.

Cosa sono le puntinature nella verniciatura degli autoveicoli?

Le puntinature o microbolle appaiono quando il solvente di uno strato rimane ostruito dopo l’essiccazione della superficie esterna dello strato superiore. 

Sono cioè particelle di solvente che non sono evaporate completamente e che sono rimaste intrappolate in un altro strato superiore, che è evaporato più rapidamente e si è essiccato. 


Per evitare questo problema, dobbiamo prestare particolare attenzione al processo di essicazione, considerando sempre la temperatura ambiente e rispettando i tempi di essiccazione stabiliti nel prodotto e dal produttore.

Cause per cui si formano le microbolle o bollicine da essiccazione

Le cause principali della formazione delle bollicine da essiccazione sono:

1. Scelta non corretta dell’indurente o diluente

In alcuni casi il problema può essere provocato dall’utilizzo di un catalizzatore o diluente che agisce troppo rapidamente, impedendo che evapori completamente il solvente dello strato inferiore. 

2. Temperatura di essiccazione non adeguata

In questo caso va tenuta in considerazione la temperatura ambiente, che sia una temperatura esterna elevata, o un aumento forzato della temperatura in cabina. In questo caso influiranno anche la distanza tra le lampade riscaldanti e il pezzo trattato.

  COME UTILIZZARE LO SPETTROFOTOMETRO IN CARROZZERIA

3. Tempi di evaporazione

Il tempo di evaporazione tra le diverse mani è troppo breve, così da non permettere un’essiccazione corretta nei processi di bagnato su bagnato. Inoltre può influire anche un tempo di evaporazione elevato prima dell’essiccazione in forno o con infrarossi.

4. Strati di vernice troppo spessi

L’applicazione di uno strato di vernice con molto materiale, che crei un eccessivo spessore nel film della vernice, può provocare la formazione di bollicine nel pezzo.   

Come evitare che si formino le puntinature da essiccazione

Alcuni dei fattori da tenere in considerazione per evitare questo difetto sono:

1. Utilizzare un solvente più lento

L’ideale è utilizzare un solvente che garantisca un equilibrio tra evaporazione e temperatura di cabina. Bisogna considerare che con una maggiore temperatura dovremo utilizzare un solvente più lento.

2. Fare strati di vernice più leggeri

L’applicazione di strati più fini e umidi favorirà la creazione di un film di vernice più uniforme e liscio. Inoltre, se lasciamo passare un tempo sufficiente di essiccazione tra strati, ridurremo i rischi.

3. Tempi di evaporazione adeguati

Il professionista dovrà lasciar passare tempo sufficiente di essiccazione tra strati (tra 5 e 10 minuti, secondo il carico) e anche prima di scaldare, senza cedere alla tentazione di abbreviare i tempi per essere più produttivo.

4. Tempo di essiccazione consigliato

Dobbiamo rispettare il tempo di essiccazione e la temperatura stabiliti da ciascun produttore, e quindi, per ciascun prodotto.

5. Bruschi sbalzi di temperatura

Un brusco cambiamento della temperatura ambiente (all’esterno o in cabina) fa indurire il film esterno di vernice. Con la successiva evaporazione, i solventi trattenuti all’interno gonfiano e rompono questo film, formando le caratteristiche bollicine.

  COME SCEGLIERE LO STUCCO PER AUTO PIÙ ADATTO IN CIASCUNA RIPARAZIONE

Inoltre una differenza di temperatura tra la carrozzeria e l’ambiente esterno può produrre uno shock termico, provocando anche l’insorgenza di microbolle.

Come riparare le puntinature nella vernice

Come in molti altri casi, dobbiamo prima identificare l’entità del difetto della vernice. Per le bollicine di minime dimensioni e forma superficiale, seguiremo il seguente procedimento:

  1. Levigatura superficiale

    Carteggeremo la zona che contiene bollicine di solvente con una levigatrice e un disco abrasivo P1500 per cominciare, aumentando la grana secondo necessità. L’obiettivo è quello di arrivare fino al substrato di vernice che non presenti microbolle.

  2. Lucidato a macchina

    Se siamo riusciti a rimuoverle, procederemo alla lucidatura del pezzo con una pasa abrasiva e una lucidatrice eseguendo i corretti passaggi di paste abrasive e tamponi consigliati dal produttore.

  3. Valutazione del danno in bolle più grandi

    In caso di microbolle di più grandi dimensioni, la lucidatura del pezzo non sarà sufficiente poiché rimarrà la forma del difetto. Per garantire una buona finitura del pezzo, si consiglia di ripetere il processo di verniciatura:

  4. Levigatura del pezzo fino a raggiungere il fondo

    Prima di tutto carteggiamo la zona con il difetto per applicare, in seguito, la vernice di fondo riempitivo. In questo modo lasciamo pronto il pezzo per applicare la vernice di finitura.